top of page
logo cross png nero_edited.png

Il corso sperimentale di Alta Formazione CROSS è un approfondimento sull''attore-autore o attore creativo, la cui dimensione artistica tende a dilatarsi oltre i confini della pura attorialità, ponendosi anche come ideatore drammaturgico/registico/performativo del suo fare teatro. Come indica Barsotti in un celebre saggio, "l'attore-autore non è l'attore che scrive, ma quello che crea il senso e le forme dello spettacolo, anche nell'epoca della regia, intuendone i tratti salienti e impossessandosene in maniera originale e personale". L'operazione drammaturgica che l'attore compie sul testo e che lo conduce alla scrittura acquista uno spessore teorico e una presenza storica nel panorama teatrale italiano contemporaneo, che non è possibile trascurare. Il fenomeno dell'attore-autore e dell'artista ibrido è un tratto fortissimo del nuovo teatro italiano (ma anche della nostra tradizione, da De Filippo a Dario Fo) che conferma ed esalta la sua anomalia nei confronti della scena europea e merita di essere indagato nelle sue componenti tecniche e artistiche.

CROSS ALTA FORMAZIONE SPERIMENTALE ATTORI/AUTORI - EMILIA ROMAGNA
SBLOCCO5 Centro di Ricerca teatrale in collaborazione con  Elsinor-Centro di Produzione Teatrale


IL PROGETTO DIDATTICO 

L' Alta Formazione Sperimentale CROSS per attori-autori è un progetto didattico diretto dalla regista-attrice-performer Ivonne Capece, indirizzato ad attori, autori e personalità artistiche ibride, diviso per cicli di formazione seguibili separatamente o per l'intero anno accademico.  Nel corso dell'anno gli allievi si confronteranno con i più significativi artisti della New Generation teatrale italiana, e conosceranno le più innovative linee di tendenza drammaturgica, sperimenteranno la scrittura drammaturgica, la dimensione attoriale-autoriale e l'auto-regia performativa. Il percorso di specializzazione e approfondimento professionale ha un taglio fortemente sperimentale e mira a fornire agli allievi strumenti tecnici e teorici utili ad acquisire una dimensione artistica "totale" che li metta in più profonda relazione con il processo creativo aiutandoli a sviluppare una poetica precisa e personale, che spazi a 360° nell'universo della ricerca teatrale. 

CALENDAR CROSS EMILIA ROMAGNA

MODULO 3  febbraio/maggio 2023 (calendario workshop)

ANGELA DE MATTE' 

11-12- FEBBRAIO 2023 | ore 10.30/17.00  (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna 

FEDERICO BELLINI

19 FEBBRAIO 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

5 MARZO 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

14 MAGGIO 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

+ alcuni appuntamenti via zoom da concordare con la classe

IVONNE CAPECE

4 MARZO 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

11/12 MARZO 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

13 MAGGIO 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

GIULIO SANTOLINI

1-2 APRILE 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

FEDERICA ROSELLINI

29-30 APRILE 2023 ore 10.30/17.00 (S)BLOCCO5 | Via Zucchini 11/A Bologna

*II programmi didattici specifici verranno inviati tramite mail ai soli ammessi

I DOCENTI DI CROSS | 2022-23

Il percorso di formazione è affidato ad artisti riconosciuti a livello nazionale e internazionale, dalla natura ibrida: attori-autori. autori-registi-attori, registi-performer. Alle lezioni con i docenti si alterneranno appuntamenti con la regista-attrice Ivonne Capece, direttrice del progetto, che faranno da filo conduttore tra le esperienze  e  saranno finalizzati alla realizzazione di un breve progetto di auto-regia.  I docenti di CROSS 2022|23: Ivonne Capece, Federico Bellini, Federica Rosellini, Angela Demattè, Giulio Santolini, Monica Capuani,  Marco Cacciola

ivonne capece cross.jpg

IVONNE CAPECE

REGISTA E ATTRICE

Si forma come attrice e performer a Napoli, con artisti come Pierpaolo Sepe, Carlo Cerciello, Antonio Latella, Michele Monetta, Yves le Breton sviluppando una visione del teatro critica e sperimentale. Tra i suoi lavori registici: FRANKENSTEIN produzione ELSINOR, LUCY finalista Biennale College performance internazionale under40 2022, THINKINK BLIND, finalista Biennale College performance internazionale under40 2021; "DUX" e "20/20" (2021) spettacoli di Body History, storia corporale di Mussolini e del Biennio Rosso, vincitori Bando Memoria Regione Emilia Romagna 2019 e 2020; "Inside | Me. Dialoghi fallimentari con la natura" performance site-specific in spazi naturali sul rapporto tra uomo e natura (2020); "STUDI SU T. (Monaca di Monza e Promessi Sposi alla prova di Testori)" studio sulla Provvidenza, nella rosa dei 10 migliori spettacoli della stagione milanese 2015/16 e 2017/18 secondo Milano-Teatri. Dal 2013 è direttore artistico e didattico del centro di ricerca formazione e produzione teatrale (S)Blocco5 con sede a Bologna.​​

Starting Point Ivonne Capece 

GENDER 

"Analizzare il concetto di CROSS-GENDER sotto ogni profilo possibile, chiedersi cosa accade sugli incroci tra le strade, qual è il confine tra te e me. Scoprire se il confine c'è"

federico bellini cross.jpg

FEDERICO BELLINI

DRAMMATURGO 

Nasce a Forlì nel 1976. Dal 2017 al 2020 è drammaturgo e assistente alla Direzione Artistica della Biennale di Venezia Teatro. Dal 2002 collabora con Antonio Latella in qualità di drammaturgo per i seguenti spettacoli: Querelle, I Trionfi, La cena de le ceneri, Studio su Medea, Moby Dick, Non Essere – Hamlet’s portraits, La metamorfosi e altri racconti, Don Chisciotte, Mamma Mafia. È drammaturgo al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, per la stagione 2010/2011 dove scrive come autore Caro George (regia di Latella), Prometeo (regia di Pierpaolo Sepe), Il Velo (regia di Tommaso Tuzzoli) e Tutto ciò che è grande è nella tempesta (regia di Andrea De Rosa). Nel 2016 è tutor per la drammaturgia per il progetto Santa Estasi, regia di Latella. Negli ultimi anni cura la drammaturgia di Caligula e Oedipus per il Theater Basel, e di Pinocchio (insieme a Latella e Linda Dalisi), Piccolo Teatro di Milano, sempre per la regia di Latella. Nel 2019 scrive insieme a Latella Die drei Musketiere per il Theater Basel e Eine goettliche Komoedie, Dante/Pasolini per il Residenztheater di Monaco, spettacolo selezionato per l’edizione 2020 del Theatertreffen del Berliner Festspiele. Ha all’attivo varie esperienza nel settore della formazione ed è giurato del premio Hystrio per la drammaturgia.

Starting Point Federico Bellini

PUPILLA

"In anatomia, l'orifizio circolare situato al centro dell'iride, capace di regolare, attraverso modificazioni del suo diametro, il passaggio dei raggi luminosi che penetrano nell'occhio. Cosa preziosa, a cui si attribuisce grande valore o per cui si ha un grande affetto".

MARCO CACCIOLA CROSS ALTA FORMAZIONE.jpg

MARCO CACCIOLA 

ATTORE| REGISTA 

Nel 1999 si diploma all'Accademia dei Filodrammatici di Milano e  vince il premio come miglior attore alla VI Rassegna Nazionale delle Accademie e Scuole di Teatro. Il suo percorso attoriale è stato legato per 15 anni ad Antonio Latella. Ha lavorato inoltre con Guido De Monticelli, BrunoFornasari, Andrée Ruth Shammah, Stefano Tomassini, Elio De Capitani, Ferdinando Bruni,Corrado Accordino, Sergio Fantoni, Ottavia Piccolo, Claudio Autelli, Giorgio Albertazzi,Konstantin Bogomolov, Michele Sinisi, Pier Lorenzo Pisano, Giovanni Ortoleva etc. Nel 2010 fonda, insieme a Michelangelo Dalisi e Francesco Villano, la Compagnia indipendente InBalìa. Firma diversi spettacoli come regista e come autore, con cui ottiene premi e riconoscimenti. Nel 2015 si avvicina al linguaggio cinematografico, recitando come protagonista in cinema e televisione. Dallo stesso anno porta avanti la sua personale ricerca in teatro, attraverso spettacoli per cui cura la regia e l'auto-regia. Tra i suoi ultimi lavori "Farsi Silenzio" drammaturgia Tindaro Granata e Le Rane di Aristofane, entrambi produzioni Elsinor Centro di Produzione Teatrale.

Starting Point Marco Cacciola 

RESPIRO 

“Il Respiro è all’origine della vita, crea il tempo e modifica lo spazio. Attraversa tutto il processo creativo, dalla pagina scritta al corpo in scena. E le possibilità diventano infinite"

angela de mattè cross.jpg

ANGELA DEMATTE'

AUTRICE ATTRICE

Laureata in Lettere Moderne e diplomata all’Accademia dei Filodrammatici. Nel 2009 inizia la sua attività di drammaturga con il testo Avevo un bel pallone rosso, (vincitore Premio Riccione e Golden Graal Astro nascente per il teatro). Il lavoro è messo in scena da Carmelo Rifici, che con il quale inizia un rapporto di collaborazione per gli spettacoli L’officina- storia di una famiglia, il progetto Chi resta, Clitennestra o la morte della tragedia per Elisabetta Pozzi, Il compromesso, scritto per gli allievi dell’Accademia dei Filodrammatici. Con lo stesso regista scrive nel 2016 Ifigenia, liberata prodotto dal LAC di Lugano e dal Piccolo Teatro di Milano. Tra gli altri progetti: Stragiudamento e Lungh ‘me la Fabrica del Domm (regia di Andrea Chiodi), Stava la madre (vincitoreTeatri del Sacro, regia di Sandro Mabellini). Guida estrema di puericultura (finalista premio Dante Cappelletti, regia di Renato Sarti). Nel 2014 lavora al progetto Mad in Europe, che vince il Premio Scenario 2015.  Nel 2017 lavora alla traduzione de La bisbetica domata di William Shakespeare per la regia di Andrea Chiodi. Il suo lavoro J’avais un beaux ballon rouge è in scena in Francia, Svizzera, Belgio e Lussemburgo per quattro stagioni con la regia di Michel Didym, premio Palmarès Coup de coeur per gli interpreti Richard e Romane Bohringer.

Starting Point Angela DeMatte'

VOCE

"Vorrei aiutare gli allievi a trovare una voce e una forma individuali, mettere in gioco sulla scena complessità e contraddizioni che viaggiano tra pensieri personali e cultura occidentale"

giulio santolini.jpg

GIULIO SANTOLINI

PERFORMER/DANZATORE/ATTORE

Danzatore, attore, performer fisico.

Studia vari stili di danza per 5 anni alla L.A.G. School of dance and musical di Ferrara. Diplomato come attore all'Accademia Teatrale Veneta di Venezia nel 2015, è attivo dal 2012 come performer nel campo della danza contemporanea e del teatro sperimentale, collaborando, fra gli altri, con Marcos Morau/La Veronal (Los Pajaros Muertos-2016), SOTTERRANEO (Overload-2017, "Dizionario illustrato della Pangea"-2020, L'Angelo della Storia-2022), ENZO COSIMI (Estasi-2016, Agamennone-2018), Daniele Albanese (VON-2017), SHARON FRIDMAN (Rizoma-2014, Caida Libre-2014), IVONNE CAPECE  (20/20, Thinking Blind - 2020/21). Dal 2012 collabora con COLLETTIVO CINETICO nelle seguenti produzioni: "<AG>", "IxI: no, non distruggeremo..", "XD: scritture retiniche sull'oscenità dei denti", "Amleto", "Sherlock Holmes", "Dialogo primo", "How to destroy your dance", "Pentesilea Ultras" e in vari site specific in tutta Italia. 

Starting points Giulio Santolini

TRASFORMAZIONE

"Il corpo come Torre di Babele di tutte le drammaturgie possibili, punto di partenza della grammatica e della struttura scenica, veicolo poliglotta di infinite storie"

MONICA CAPUANI CROSS.jpg

MONICA CAPUANI 

TRADUTTRICE E GIORNALISTA 

Laureata in Letteratura Italiana inizia la sua carriera come giornalista freelance per L’Espresso di Claudio Rinaldi, affiancandola all'attività di traduzione letteraria da inglese e francese (oltre settanta romanzi tradotti). Amante di  Londra e del  teatro contemporaneo organizza per tre anni all’Istituto Italiano di Cultura di Londra “Contemporary”, un ciclo di incontri tra teatranti italiani e inglesi, e l’Italian Theatre Festival. Nel 2019 Maestro alla Biennale Teatro College 2019 direttore Antonio Latella. Scout, traduttrice, promotrice e acquisitrice di diritti di testi narrativi e teatrali, tra i quali casi che sono diventati dei veri e propri cult: I monologhi della vagina,  Fahrenheit 451 di Ray Bradbury (diretto da Ronconi), The Pride  di Alexi Kaye Campbell (diretto e interpretato da Luca Zingaretti), Chi ha paura di Virginia Woolf?  di Edward Albee,  che ha ritradotto dopo 60 anni dalla prima e unica pubblicazione italiana, diretta con successo da Antonio Latella (in stagione del 2022 e 2023). Ad oggi Monica Capuani ha tradotto 147 testi teatrali, di cui 9 sono produzioni attive sul nostro territorio. 

starting point Monica Capuani

STORIE

"La drammaturgia contemporanea è testimone di un bisogno ancestrale incoercibile: raccontare e ascoltare storie".

federica rosellini cross.jpg

FEDERICA ROSELLINI

ATTRICE- AUTRICE -REGISTA  

Si diploma al Piccolo Teatro di Milano, lavora con registi del calibro di Luca Ronconi, Andrea De Rosa, Federico Tiezzi, Francesca Comencini e Antonio Latella. Vince nel 2021 il Premio UBU come miglior attrice/performer under35​ per Hamlet regia di Antonio Latella. Ha inoltre vinto Premio HYSTRIO MARIANGELA MELATO​, Premio UBU miglior attrice under35 insieme al cast di “Santa Estasi”​ e Premio HYSTRIO alla vocazione. Ad oggi è ARTISTA ASSOCIATA del Piccolo Teatro di Milano in qualità di Regista e Drammaturga, in questi giorni al suo esordio al Piccolo Teatro Studio Melato come regista/autrice/attrice con il testo Carne Blu, ispirato a Orlando di Virginia Wolf,

Starting Point Federica Rosellini

GENEALOGIA FANTASTICA

"Imparare a costruire la storia di ciò che è andato perso e non si è riusciti a dimenticare"

SELEZIONI APERTE MODULO 3

REQUISITI E MODALITA' DI SELEZIONE 

Il corso prevede l’ammissione di massimo 15 partecipanti 

REQUISITI DI ACCESSO AL MODULO 3: FEBBRAIO | MAGGIO 2023

Sono ammissibili al corso tutti gli attori e/o autori che:

  • abbiano compiuto i diciotto anni di età alla data di inizio prevista dal corso;

  • siano in possesso di titolo di istruzione secondaria quinquennale o equipollente;

  • siano diplomati o in corso di studi in una scuola o accademia di teatro italiana e/o estera, o possano dimostrare di avere esperienza professionale o formativa coerente.

* Gli ammessi al MODULO 1 e 2  che vogliano proseguire il percorso annuale verranno considerati automaticamente ammessi al MODULO 3

DOMANDA DI AMMISSIONE PER IL MODULO 3

La domanda di ammissione deve pervenire all'indirizzo mail sblocco5.direzione@gmail.com con indicato in oggetto NOME-COGNOME CROSS ALTA FORMAZIONE entro e non oltre le ore 24.00 di SABATO 4 FEBBRAIO 2023, corredata dei seguenti allegati:

  • ALLEGATO 1: DOMANDA DI AMMISSIONE e  scheda informativa Regolamento europeo per il trattamento dei dati personali compilata e firmata

  • curriculum vitae che attesti i requisiti del candidato

  • breve lettera motivazionale (max 2000 caratteri spazi inclusi)

  • 1 foto in primo piano

  • FACOLTATIVO: Breve video (max 5 minuti) di monologo letto o interpretato a scelta (di autore noto o originale) o estratto in word (max 5000 caratteri) di opera propria

VALUTAZIONE DEI CURRICULA E PROVE DI SELEZIONE
Le valutazioni avverranno a insindacabile giudizio della direzione didattica.

Criteri di valutazione: possesso e qualità delle competenze e conoscenze in ingresso previste, motivazione alla partecipazione.
Al termine della selezione la direzione didattica stilerà una graduatoria degli ammessi AL MODULO 3 (fino ad un max di 15 partecipanti)

I risultati delle selezioni saranno resi noti ENTRO LUNEDI' 6 FEBBRAIO  2022 unicamente tramite mail indicata dal candidato

MODALITA DI ISCRIZIONE PER GLI AMMESSI 

Gli allievi che supereranno la prova di ammissione per il MODULO 3 CORSO DI ALTA FORMAZIONE SPERIMENTALE CROSS riceveranno una mail di conferma entro il 6 FEBBRAIO 2023  con indicate le modalità e i tempi di pagamento della quota di iscrizione

La quota di iscrizione al MODULO 3 che consente la partecipazione a TUTTI i workshop è di 500 € totali  PAGABILI IN 2 RATE
1 RATA 250€ ENTRO MERCOLEDI' 8 FEBBRAIO 

2 RATA 250€ ENTRO VENERDI' 31 MARZO

N.B IN CASO DI ABBANDONO DEL CORSO IL COSTO DI ESSO VA COMUNQUE INTERAMENTE SALDATO nei termini stabiliti

*E' possibile candidarsi anche per singoli workshop. In caso di ammissione il costo dei singoli workshop è:

Giulio Santolini (12 ore) 180€

Federica Rosellini (12 ore) 180€

Angela De Mattè (12 ore) 180

Federico Bellini (18 ore) 220€

Ivonne Capece (24 ore) 250€ 

IL PROGRAMMA DEL MODULO 3 PREVEDE

  • 13 lezioni  nei weekend tra FEBBRAIO e MAGGIO 2023 di:

scrittura per la scena  Federico Bellini, Angela Demattè

recitazione e auto-regia  Yvonne Capece, Federica Rosellini

training, corpo e creazione  Giulio Santolini

  •  realizzazione di opera drammaturgica che verrà inserita nell'edizione di 𝗟𝗨𝗖𝗬 | 𝗙𝗲𝘀𝘁𝗶𝘃𝗮𝗹 𝗱𝗶 𝗮𝗿𝘁𝗶 𝗽𝗲𝗿𝗳𝗼𝗿𝗺𝗮𝘁𝗶𝘃𝗲 𝘁𝗲𝗰𝗵𝗻𝗼𝗹𝗼𝗴𝗶𝗰𝗮𝗹𝗹𝘆 𝗼𝗿𝗶𝗲𝗻𝘁𝗲𝗱 𝟮𝟬𝟮𝟯

  • realizzazione di un breve  progetto di autoregia

Ancora 1
CROSS BELLINI 4.jpg
CROSS BELLINI 3.jpg
cross rosellini 4.jpg
cross rosellini 1 .jpg
cross ivonne capece  1.jpg
cross ivonne capece 4.jpg
marco cacciola fb 4.jpg
cross 1 giulio santolini.jpg
marco cacciola fb 2.jpg
CROSS 3 giiulio santolini.jpg
bottom of page