top of page
Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia

DUX PINK 

Produzione (S)Blocco5 

regia e interpretazione Ivonne Capece

drammaturgia  Ivonne Capece

scene e costumi Micol Vighi

tecnica  Angelo Generali 

foto di scena Luca del Pia 

con il contributo di Regione Emilia Romagna

patrocinio di Comune di Bologna, Quartiere Foro Boario Forlì

in partnership con  Elsinor Centro di Produzione teatrale, Aics Bologna, Atrium Cultural Route Forlì

DUX PINK è parte di IO NON CI SONO vincitore del Bando per la Memoria 2019 e 2020 di Regione Emilia Romagna, insieme a 20/20, con cui costituisce un dittico sulla memoria storico-politica italiana.

Scheda artistica

Rassegna stampa

4 femmine che parlano: cattiva coscienza di noi italiani. E 1 maschio: assente. Loro presentissime.  Un monologo audace per invitare a ricollocare le donne al fianco degli uomini nella determinazione dei grandi eventi storici, per provare a raccontare la Storia fuori dagli stereotipi di genere. A 100 anni esatti dalla marcia su Roma conviene tornare con la mente alla cattiva coscienza degli italiani, al nostro culto e feticismo del Grande Capo. Un centenario al contrario (quello che non avremmo voluto festeggiare) per guardare indietro con una provocatoria lente total-pink.

Non tutti si aspettano che il machismo fascista oltre che nero fosse "rosa".

Una schiera di donne di eccezione contribuirono alla costruzione del mito di Mussolini, alla sua ascesa e alla memoria postuma.

Margherita Sarfatti, amante ebrea e finanziatrice (a suo dire) fondamentale per il colpo di stato e i primi 10 anni del regime; Edda Ciano, la figlia, chiamata “La Madre dell’Asse Roma-Berlino”, innamorata della Germania nazista e poi sospettata con suo marito di essere a conoscenza della congiura (dato che ha sempre smentito) per l’eliminazione di suo padre quando le cose si misero male; Clara Petacci, l’ultima donna, che non fu solo una ragazza sfortunata innamorata dell’uomo sbagliato, ma la sua consigliera antisemita durante gli anni della Repubblica Sociale, compagna nella fuga e nella morte; Rachele Mussolini, la moglie o la “sopravvissuta”, ossessionata dalle sedute spiritiche, personaggio secondario finché il marito fu vivo ma onnipresente nelle TV e rotocalchi del dopoguerra, simbolo di un’ Italia del “perdono” che sminuì le colpe del regime e perdonò agli italiani il proprio passato da fascisti. La verità è difficile da dipanare. E neppure ne abbiamo la pretesa: 4 donne per raccontare i simboli emotivi di uno dei momenti più cruciali della storia italiana.

NOTE DI REGIA 
"D
ux Pink Non è nato subito come riflessione sul femminile in rapporto al regime: l’elemento “rosa” è emerso via via dal lavoro di studio e approfondimento, dall’importante ricerca storica condotta a supporto del lavoro teatrale. Da questo viaggio di riscoperta sono emerse figure femminili in forma inaspettata. La memoria storica ha infatti occultato in larga parte il ruolo svolto dalle donne nel fascismo, in parte per una tendenza alla marginalizzazione della figura femminile propria di un certo contesto culturale, in parte come forma di protezione di un femminile immaginario, meno “colpevole” rispetto ai corresponsabili maschili. In generale, a differenza dell’antifascismo e del racconto partigiano, la funzione politica centrale e importante rivestita dalle donne fasciste è stata sminuita. A vantaggio di un certo sentimento di “perdono”, a causa di un approccio di de-responsabilizzazione del sesso considerato debole. Da sempre la storia con la S maiuscola pone l’uomo al centro di forze politiche ed economiche, che muovono il sistema: lo spettacolo evidenzia come esistano narrazioni culturali che emarginano i soggetti e ridimensionano le responsabilità. Dux Pink racconta una presenza del femminile diversa, nelle scelte attive, nelle trasformazioni ideologiche. Le donne di regime non sono state “angeli” del focolare fascista, ma figure complesse, spesso artefici in prima persona di progetti di stampo razzista o ideologhe alle spalle dei colleghi maschi. Occorre restituire questa complessità: quella della donna angelo che sostiene patria e famiglia e che opprime. Si può essere cattive anche da donne."

Studi visivi sulla MITIZAZZIONE DEL MASCHIO | da un'ide di Micol Vighi

Dux pink Compagnia Slocco5- foto Micol Vighi
Dux pink Compagnia Slocco5- foto Micol Vighi
Dux pink Compagnia Slocco5- foto Micol Vighi
Dux pink Compagnia Slocco5- foto Micol Vighi

DICONO DI N0I 

-PAC Pane Acqua e Cultura- La poetica di (S)Blocco5: Frankenstein, il pensiero politico, il femminile di Renzo Francabandera 
""un lavoro ben interpretato, con una significativa capacità mimetica da parte dell’attrice, aiutata dai bei costumi della Vighi e dagli inserti video, che restano simbolicamente misteriosi. Il lavoro sulla parola è degno di nota."

-Gli stati generali - DUX PINK: IL VOLTO INEDITO DEL REGIME di Caterina Bonetti 
"Parlare di storia per riflettere sul presente, affrontare – da un punto di vista inedito – vicende e biografie poco o parzialmente note per allenare lo sguardo alla pluralità di prospettiva: questo l’intento del lavoro della compagnia bolognese (S)Blocco5"


-Art a Part of culture- La Parola al Teatro #72. Dux Pink: il fascismo ha la voce di donna di Chiara Palumbo 
in questo intenso lavoro, quello che la parola della storiografia aveva annacquato la carne restituisce. Inclusa, la verità storica stessa. Una ricostruzione rigorosa e di raffinata resa, in cui Capece sceglie di far specchiare un presente fatto di immagini evocative che scorrono su un video, in cui lo scontro tra bianchi e neri, tra i semi di quel che è
stato e il presente, è visivo e suggestivo, senza bisogno che nulla sia dichiarato o spiegato. È sufficiente mostrare."

-Milano Teatri - DUX PINK  di Enena Montini
"-Nel corso dello spettacolo l’attrice, interpreta (in modo impeccabile) in un percorso cronologico le quattro donne che hanno affiancato Mussolini durante la sua dittatura: "

Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia
Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia
Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia
Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia
Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia
Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia
Dux Pink Compagnia Sblocco5 - Foto Luca Del Pia
bottom of page